Di Gaia Ravazzi
Un ritorno magico

Arriva nelle sale lo spin-off di Harry Potter che continua la saga all’insegna della magia più seguita di sempre e che vede come protagonista Newt Scamander e le sue creature

Le luci si spengono, la sala è piena e da lontano si sente un eco, bastano due note e subito si riconosce la sigla del maghetto occhialuto più famoso e comincia il deja-vu.
Quello che succede però è inaspettato, i parametri sono quelli (maghi, streghe, creature magiche, bacchette…) ma la storia è quella di Newt Scamander.
Animali fantastici e dove trovarli vede l’esordio alla sceneggiatura di J.K. Rowling che riesce a creare una perfetta commistione di elementi per un film inaspettato, riportando gli spettatori nel mondo di Harry Potter ma dando vita ad una storia completamente nuova.
Il protagonista, interpretato dal premio Oscar Eddie Redmayne, è un giovane magizoologo e l’ambientazione è una grigia New York dei meravigliosi anni ’20.
I personaggi a fianco di Newt sono Tina Goldstein, ex-auror interpretata da Katherine Waterstone, intelligente e coraggiosa, e il babbano Jacob Kowalski, interpretato dall’attore Dan Fogler, buffo e ingenuo, ma non per questo meno valoroso.
 La storia si incentra sulla valigia di Newt, un’enorme borsa di Mary Poppins che racchiude un mondo pieno di creature magiche e in particolare sulla presenza di un Obscurus in città, creatura spaventosa che minaccia la sicurezza di maghi e non.
Se inevitabile è il confronto con la saga madre, è pur sempre vero che l’universo di Newt Scamander ha un fascino diverso, più maturo. I bambini che leggevano Harry Potter sono adulti ben consapevoli dell’esistenza del lato oscuro.
Il film, adatto non solo ai fan fedelissimi di Harry Potter, porta sul grande schermo una storia carica di ottimismo e ciò che emerge è sicuramente un inno alla diversità e all’accettazione delle creature ma anche dei non-mag, un inno all’amicizia e alla solidarietà, mostrando, però, anche il lato oscuro che ha il volto della violenza domestica, del fanatismo, della pulizia etnica, della pena di morte.
I fan accaniti saranno felici di sentire di nuovo aprire una porta con un magico “Alohomora”, ma i non fan si rispecchieranno nel non-magico Jacob, con la sua visione naïve e riusciranno ad entrare nel mondo di “Animali fantastici e dove trovarli”, senza passare attraverso una maratona di Harry Potter dalla Pietra Filosofale ai Doni della Morte in ventiquattro ore.

 

Into the wild
Into The Wild è un film del 2007 diretto da Sean Penn, tratto dall’omonimo libro di Jon Krakauer,… Leggi tutto
On the road
Come adattare un capolavoro letterario al grande schermo? Sicuramente non prendendo esempio dall’opera… Leggi tutto
Un film... da leccarsi i baffi!
Un Kevin Spacey insolito nei panni di un gatto in una commedia spassosa e insieme toccante, per tutti gli appassionati di felini
Fai bei sogni: quando la verità ci salva la vita
"Ogni ragazzo ha una fuga dentro il cuore". Quella raccontata dal film nasce da una lacerazione, una carezza dissoluta, un mistero da risolvere
Ridere delle proprie paure significa cominciare a vincerle
Il tentativo di ricreare un presepe vivente senza Gesù bambino, ormai adolescente, un lama al posto del bue, un ramadan cristiano, una madonna buddista. Cosa ci dice questo sulla religione? Luca Miniero, regista di “Non c’è più religione”, ci racconta una commedia insolita che parla di umanità, felicità e un briciolo anche di fede
Il momento di scegliere
Gabriele Muccino torna sul grande schermo con “L’estate addosso”, un film tra Roma e San Francisco che sembra cucito su di noi: maturità, futuro, amore. Ci andrà troppo stretto?
Archivio Cinema
Il lato umano degli eroi (Francesca Lombardi) 01/07/16 11:44
Un nonno per amico (La Redazione) 06/05/16 17:32
Non abbiate paura di essere voi stessi (Visia Zito, Ludovica Serranò) 06/05/16 17:19
L'amicizia ti salva? (Francesca Lombardi) 06/05/16 16:55
Un bacio per capire, davvero (Chiara Falcone) 23/03/16 19:14
La donna e la casa nel cielo (Lorenzo Sorà) 11/03/16 15:54
Si vola anche senza ali (Ilenia Vitale) 11/03/16 15:45
Parola d'ordine: (non) dimenticare (Arnold Koka) 05/02/16 17:14
Straordinaria normalità (Claudia Rizzo) 29/01/16 16:30
Un urlo di trascuratezza (Massimiliano Truce) 23/12/15 17:47