Di Matteo Franzese
Beatrice Vio

In punta di fioretto
Cosa hai provato quando sei stata scelta come tedofora alle ultime Paraolimpiadi?
All?inizio non ci credevo. Perché la concorrenza era tanta e da tutto il mondo, però ho detto: proviamoci! E solo mentre ero lì mi sono resa conto che stava succedendo davvero. Qualcosa di indescrivibile.

Quanto ti alleni?
Poco, in teoria tre volte a settimana, ma non riesco sempre...

Cosa fa Beatrice quando non sta ?en garde??
Cose normali. Quando non sono a scuola faccio i compiti, mi riposo, guardo la tv o sto con gli amici.

Se non avessi fatto la schermitrice cosa avresti fatto?
Adesso sto iniziando a fare atletica, ma la scherma la pratico da quando ho 5 anni, non so cosa avrei fatto, dovrei ripensare proprio tutto!

Hai mai pensato di mollare?
Prima dell?incidente, a 11 anni, mi stavo annoiando un po? e ho pensato di smettere, poi sono stata male e ho detto: devo ricominciare e ho ricominciato.

Ti capita mai di vedere uno sguardo indiscreto?
Sì. Se è un adulto faccio finta di niente, se è un bambino gli sorrido e mi metto a parlare con lui.

Pensi che gli sport per disabili siano finalmente pronti per essere seguiti da tutti?
Noi siamo sempre stati prontissimi. Le persone a volte pensano che siano noiosi, ma perché non li hanno mai visti. Basta vedere una volta uno sport, come la scherma in carrozzina, e te ne innamori.

L?atleta o l?impresa olimpica che ti ha colpito di più?
Oscar Pistorius e Martina Caironi.

Il tuo sogno nel cassetto?
Io non ho sogni, ma obiettivi. Se sogno una cosa è perché è impossibile, ma se la voglio fare, ci devo riuscire.

Hai mai avuto voglia di infilzare qualcuno?
Spesso. Una volta anche una mia compagna di classe...

La tua stoccata vincente: simpatia, dolcezza o determinazione?
Dolcezza proprio poco, le altre due ci sono, dai.



Chi è Beatrice

Chiamatela pure con il suo soprannome, Bebe, ma, a dispetto del nomignolo e della giovane età (ha 15 anni), Beatrice ha una grinta da vendere: inizia a praticare scherma a 5 anni, ma a 11 una meningite fulminante la costringe in carrozzella, privandola degli avambracci e delle gambe fino al ginocchio. Un anno dopo torna già alla sua vita e alla scherma, dove ottiene ottimi risultati. Ritenuta troppo giovane per partecipare ai XIV Giochi paralimpici estivi di Londra, grazie a una raccolta di firme ha ricoperto comunque il prestigioso ruolo di tedofora.
Luciano Canfora
Dialogo con un Luciano Canfora
La responsabilità politica tra ieri e oggi
Marco Rossi Doria
A tu per tu con Marco Rossi Doria
Le responsabilità di chi ha a cuore i ragazzi
Stefano Fabretti
“Il Seme della Follia”: il ritorno dei Peter Punk!
Una delle storiche band punk d'Italia ritorna con un nuovo album di inediti dopo le reunion del 2013.
Manuel Rinaldi
Manuel Rinaldi e il suo “10 Minuti”
Il cantautore di Guastalla torna sulle scene con il primo album da solista "10 minuti".
Archivio People
A tu per tu con i New Found Glory (Chiara Colasanti) 13/01/15 10:37
Intervista ai Telesplash: "Non è più poesia!" (Chiara Colasanti) 13/01/15 10:32
“SpettAttori”: tre domande ad Aldo Macchi (Chiara Colasanti) 29/11/14 19:08
Una stella italiana sulle piste mondiali (Jacopo Bertella) 06/11/14 13:39
Parix e il suo Musicismo: da non perdere! (Chiara Colasanti) 27/10/14 19:48
E tu, ti senti europeo? (Laura Santi Amantini) 22/10/14 17:57
L'elogio dell'attesa: il ritorno dei Milagro! (Chiara Colasanti) 14/10/14 13:29
Il sogno federale? Si può e si deve (Fabio Canessa) 26/06/14 14:53
Una "Foresta" di sogni (Chiara Colasanti) 26/06/14 12:41
L’agenda economica parli anche di minori (Maria Chiara Parisi) 24/06/14 17:53